CARTELLONE-PUBBLICITARIO-6X3

QUINDI, QUALI SONO LE PROCEDURE DA SEGUIRE PER POSIZIONARE UN CARTELLONE PUBBLICITARIO DELLA PROPRIA SOCIETA’?

QUALI CARATTERISTICHE, AD ESEMPIO, DEVONO ESSERE RISPETTATE I CARTELLONI PUBBLICITARI

Installazione cartelloni pubblicitari: serve permesso di costruire?

LA LEGGE ATTUALMENTE IN VIGORE

Il Consiglio di Stato nel gennaio del 2017 si è pronunciato con una sentenza in merito all’obbligatorietà o meno di richiedere il PERMESSO EDILIZIO per costruire i cartelloni pubblicitari che si trovano sul ciglio delle strade, dal momento che la questione era ancora irrisolta. La sentenza ha affermato che non è necessaria nessuna richiesta di permesso di costruire dal momento che i regolamenti di ogni singolo comune e il piano generale degli impianti pubblici trattavano già la questione, ponendo vincoli e limitazioni da rispettare. Alla base di questa sentenza ci sarebbe il PRINCIPIO DELLA SEMPLIFICAZIONE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI verso cui ci si sta muovendo.

QUINDI, QUALI SONO LE PROCEDURE DA SEGUIRE PER POSIZIONARE UN CARTELLONE PUBBLICITARIO DELLA PROPRIA SOCIETA’?

CARTELLONE-PUBBLICITARIO-6X3
Tipica pubblicità su cartellone pubblicitario 6×3

Per poter installare targhe, insegne, cartelloni o impianti pubblicitari è necessario scaricare e compilare l’apposita modulistica dal sito del Comune di riferimento e provvedere al pagamento dell’imposta pubblicitaria (tale competenza non è richiesta nel caso in cui l’affissione abbia una superficie inferiore a cinque metri quadrati). Naturalmente non vi è però libertà di esposizione, ma ogni insegna, targa o simile dovrà rispettare i colori, le dimensioni, le forme, i materiali di costruzione e ogni sua caratteristica generale dovrà essere conforme con quanto previsto dal codice della strada, dal Regolamento Comunale e dalle leggi definite dallo stato in materia. All’interno di ogni comune, quindi, esiste un ufficio “Affissioni Pubbliche” che si occuperà proprio di giudicare la richiesta per dare un riscontro di approvazione o meno. Nel caso in cui il parere sia stato negativo, il richiedente ha comunque la possibilità di adeguare la propria domanda secondo le prescrizioni lasciate dal comune, anche nel caso in cui la documentazione presentata sia stata riconosciuta come incompleta. In questo caso sarà sufficiente effettuare le opportune integrazioni. Rilasciato il permesso ufficiale, un apposito tecnico comunale si occuperà del calcolo dell’imposta netta da pagare e, solo dopo aver provveduto anche a tale onere, si avrà il nulla osta a procedere all’affissione. I tempi per ottenere il permesso sono abbastanza ragionevoli: in base alla dimensione del Comune specifico, la Commissione Giudicatrice si riunisce una o due volte al mese e ha tempo sessanta giorni per emettere il permesso. Nel caso in cui vi sia la richiesta di un’integrazione documentale o di modifica dei termini della richiesta, il tempo viene fermato, per poi ripartire nel calcolo della durata.

QUALI CARATTERISTICHE, AD ESEMPIO, DEVONO ESSERE RISPETTATE I CARTELLONI PUBBLICITARI

Cartelloni e insegne pubblicitarie devono necessariamente rispettare alcune caratteristiche, come ad esempio non devono essere un ostacolo o un intralcio per la viabilità stradale o per la circolazione del traffico e non devono essere pericolose per tutti i pedoni, i ciclisti o le automobili che vi transitano o sostano vicino. In molti comuni, addirittura, le luci intermittenti sono consentite solo alle farmacie, proprio per non distrarre chi passa nel campo visivo della pubblicità. E’ per questo motivo che in fase di richiesta si dovrà presentare la fotografia a colori del progetto grafico con l’indicazione di tutte le misure e del Cartellone Pubblicitario su cui si intende effettuare l’affissione, con una simulazione di come sarà l’ambiente a lavori finiti. Alcuni Comuni richiedono anche la conformità dell’impianto elettrico (in caso di Cartelloni Pubblicitari Luminosi) e la dichiarazione da parte di un tecnico abilitato sulla capacità di resistenza meccanica alla spinta da parte del vento. Nel caso in cui il Tabellone Pubblicitario debba essere affissa su uno stabile non di proprietà, si dovrà presentare al Comune anche il nulla osta del proprietario e lo si vuole collocare su un condominio, quello di tutti i condomini. Regole ancora più ferree sono applicate nel caso in cui l’affissione deve essere effettuata all’interno del centro storico del paese. Per informazioni chiamate allo 095 2862422 o mandate una email a [email protected]

 

Categories : agenzia pubblicitaria cartelli pubblicitari cartelloni pubblicitari cartellonistica manifesti